Franz Schubert (1797-1828)
Salve Regina D.386


audio Registrazione dal vivo 19/04/2009, Santa Giuletta (PV), Chiesa Parrocchiale di San Colombano
midi MIDI di insieme
pdf Partitura

Esecuzioni recenti della Corale Roberto Goitre:

23/06/2017 Torino, Chiesa Madonna di Pompei - Prière, concerto corale
10/04/2014 Torino, Santuario della Consolata - Concerto della settimana santa
Laudes Paschales
Consolata - 300 anni Patrona di Torino
05/04/2014 Torino, Cappella delle Piccole Sorelle dei Poveri - Concerto della settimana santa
22/12/2013 Carignano (TO), Santuario Nostra Signora delle Grazie - Concerto di Natale
08/12/2013 Avigliana (TO), Chiesa di San Giovanni - Concerto dell'Immacolata
11/06/2013 Torino, Chiesa di Santa Cristina - "Le silence" - Concerto di musica sacra
21/06/2009 Carmagnola (TO), Abbazia di Casanova - Responsoria - Musica nei Luoghi dello Spirito
19/04/2009 Santa Giuletta (PV), Chiesa Parrocchiale di San Colombano - Responsoria - Festival del Decennale della Polifonica San Colombano
19/12/2008 Torino, Chiesa di Santa Maria Consolatrice - Concerto di Natale
05/10/2008 Reano (TO), Chiesa di San Giorgio - 3a Rassegna Corale "in...canti d'autunno a Reano" organizzata dal coro Europa Cantat Reano
07/06/2008 Volpiano (TO), Chiesa della Confraternita - I Rassegna Corale Volpianese, organizzata dal Coro Polifonico Imago Vocis
24/05/2008 Torino, Tempio Valdese - Rassegna Voces animae

Testo

Salve Regina, mater misericordia
Vita, dulcedo et spes nostra, salve.
Ad Te clamamus, exules filii Hevae.
Ad Te suspiramus, gementes et flentes
in hac lacrimarum valle.
Eja ergo, advocata nostra,
illos tuos misericordes oculos ad nos converte.
Et Jesum, benedictum fructum ventris Tui,
nobis, post hoc exilium, ostende.
O clemens, o pia, o dulcis Virgo Maria.

Traduzione

Salve, o Regina, madre di misericordia;
vita, dolcezza e speranza nostra, salve.
A Te ricorriamo, esuli figli di Eva.
A Te sospiriamo, gementi e piangenti
in questa valle di lacrime.
Orsù dunque, avvocata nostra,
rivolgi a noi quegli occhi tuoi misericordiosi.
E mostraci, dopo questo esilio, Gesù,
il frutto benedetto del Tuo seno.
O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria.